14.04.2024

Come scegliere la migliore carta di credito?

Carta a punti o cashback? Capire come scegliere l’opzione migliore per le proprie tasche
Black, Platinum, colorate, di prossimità: il mercato oggi offre una moltitudine di opzioni di carte di credito, e scegliere la migliore fa bene alle vostre tasche. “La carta è un alleato, ma va usata con saggezza. Molte di esse offrono report mensili e app, in modo che i consumatori possano monitorare e classificare le loro spese, rendendo più facile la gestione del budget”.

Un altro vantaggio della carta è il periodo che intercorre tra un acquisto e il pagamento del conto, che finisce per funzionare come una sorta di prestito senza interessi. “Può anche aiutare i consumatori a costruire una storia creditizia positiva, essenziale per facilitare futuri finanziamenti e prestiti”, sottolinea.

Come scegliere la carta di credito migliore?

Comprendere le proprie esigenze e abitudini di spesa è il primo passo nella scelta di una carta di credito. “Se viaggiate molto, potreste trarre maggiori vantaggi dalle carte incentrate sulle miglia. Se siete abituati a fare acquisti, potreste optare per le carte con cashback”. Vi spieghiamo le caratteristiche dei due principali tipi di carte:

Carte a punti: in queste carte gli acquisti vengono convertiti in dollari e trasformati in punti che variano a seconda delle regole della carta. Ad esempio: 1 punto per ogni dollaro speso. I punti vengono solitamente scambiati con miglia.

Carte cashback: la dinamica è semplice. Con questo tipo di carta, una parte dell’acquisto viene restituita sotto forma di credito sul conto. Questo denaro può arrivare sotto forma di sconto o depositato su un conto corrente.

Quando si confrontano le opzioni disponibili, l’esperto avverte che è importante analizzare il rapporto tra le commissioni annuali e i vantaggi offerti: “Bisogna chiedersi se i vantaggi della carta giustificano i costi e capire anche i tassi di interesse applicati se non si paga il saldo per intero ogni tanto”.

Fare attenzione ad avere una carta

Così come una carta può essere un alleato, se usata male può diventare un cattivo. “Avere una carta di credito richiede responsabilità, ed è essenziale adottare una serie di precauzioni per evitare problemi finanziari”.

Tra queste, utilizzare la carta nei limiti delle proprie possibilità ed evitare di spendere più di quanto ci si possa permettere alla fine del mese. “E, quando possibile, evitare di pagare solo il conto minimo. Si tratta di un’insidia importante, poiché l’accumulo può comportare alti tassi di interesse e portare a debiti infiniti”. Infine, l’ideale è evitare la tentazione di avere più carte. “Questo può complicare la gestione delle spese e dei pagamenti”.